Condividi
Home » Natura e Territorio

Biocenosi delle Sabbie Grossolane

Biocenosi delle Sabbie Grossolane Sotto l’influenza delle Correnti del Fondo

1 - Localizzazione della Biocenosi

  • Piano: Infralitorale
  • Natura del Substrato: Sabbie grossolane e ghiaia fine
  • Intervallo Batimetrico: da -3 a -25m; eccez. fino a -70 m
  • Ambiente: Mare aperto
  • Idrodinamismo: Forte, frequenti correnti unidirezionali
  • Salinità: Normale
  • Temperatura: Normale

2 - Descrizione
Questa biocenosi si ritrova comunemente in Mediterraneo a partire dai -3 -4 m. fino a -20 -25 m, ma può localmente scendere quasi a -70m di profondità.
Si colloca quindi tra i due piani Infralitorale e Circalitorale.
E' frequente tra le isole sottoposte a frequenti e forti correnti, e questo è il principale fattore che condiziona la biocenosi.
Si ritrovano anche dentro i canali di «inter-matte» create dalla correnti nelle praterie di Posidonia oceanica.
Questa biocenosi si può modificare se la circolazione idrologica viene cambiata sia naturalmente che artificialmente come nei casi di lunghi periodi di calma.
La sua estensione in profondità è collegata a dei fenomeni idrodinamici particolarmente intensi.
Le fluttuazioni stagionali sono marcate da differenze in abbondanza e sostituzione di specie.

3 - Principali caratteri di riconoscimento
Questa biocenosi è costituita da sabbie grossolane e ghiaia fine di origine in parte organogena.
Tale frazione è carente della parte fine asportata da correnti pulsanti che si manifestano in alcune zone particolari, (canali).

4 - Specie caratterizzanti
I policheti Sigalion squamatum, Armandia polyophthalma, Euthalanessa oculta (= Dendrolepis);
I molluschi bivalvi Venus casina, Glycimeris glycimeris, Laevicardium crassum, Donax variegatus, Dosinia exoleta;
Gli echinodermi Ophiopsila annulosa, Spatangus purpureus;
I Crostacei Cirolana gallica, Anapagurus breviaculeaus, Thia polita;
Il Cefalocordato Amphioxus lanceolatum.

5 - Interesse per la conservazione
Biocenosi che ha un valore importante per la presenza dell'Anfiosso (Anphioxus lanceolatum), che è una specie rara nel Mediterraneo.
Questa biocenosi laddove il sedimento presenta una porosità molto elevata è molto ricco di meiofauna e di mesopsammon, gruppi ecologici poco conosciuti ma che hanno una grande importanza per l'alimentazione di molti altri organismi.

6 - Tendenze evolutive, vulnerabilità, potenziali minacce
Questo habitat non sopporta un basso grado di invasamento.
La qualità delle acque e la quantità di materiale in sospensione sono di grande importanza.

7 - Gestione e stato di conservazione
Tenuto conto dei fattori idrodinamici che condizionano questo habitat, dalla superficie in generale ridotta, e della profondità, questa biocenosi è particolarmente suscettibile alla degradazione in modo maggiore rispetto alla sedimentazione.

8 - Facies e associazioni
Facies a Maërl, la si può ritrovare anche come facies della Biocenosi dei Fondi Detritico costiero.

© 2022 - Comune di Ventotene
Piazza Castello n. 1 04031 Ventotene (LT)
Tel 0771/854226 Fax 0771/854061
Email: info@riservaventotene.it
Partita IVA: 00145130597 - Posta certificata
URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici