Ventotene
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
Utenti online
Nessuno
Home

 

Untitled_2.jpg

 

VENTOTENE – Una giornata importante quella di ieri, lunedì, a Ventotene, con un evento molto emozionante che ha

coinvolto tutti gli isolani. Tre giovani esemplari di Caretta caretta hanno ritrovato il mare davanti ad una platea di bambini

della scuola dell’isola, con la speranza di rivedere ancora sulla spiaggia di Calanave un nido di tartaruga marina.

“Molto ancora c’è da fare – dice il Direttore della Riserva Antonio Romano – ma grazie alla sinergia che è nata tra il

Comune di Ventotene in qualità di Ente Gestore della Riserva con la Stazione Zoologica di Napoli abbiamo gettato le

basi affinché si possa, anno dopo anno mettere Ventotene al centro del Tirreno anche dal punto di vista del recupero

delle tartarughe marine nell’ambito della rete TartaLazio di cui siamo parte integrante”. “Vedere tornare a mare questi

giovani esemplari, davanti allo sguardo ammirato di questi bambini, è una Delle più grandi soddisfazioni che il mio

lavoro possa darmi – ha commentato Gianluca Treglia, esperto nella cura e riabilitazione di questi affascinanti rettili

marini – il Centro Ricerche Tartarughe Marine della SZN di Portici, guidato dalla dottoressa Sandra Hochscheid da

più di 30 anni di occupa della salvaguardia delle tartarughe marine e della ricerca marina per proteggere gli ecosistemi

in cui esse vivono. Non resta che mettere insieme le forze affinché il nostro mare possa continuare a regalarci grandi

emozioni come oggi”.

Ultimo aggiornamento (Martedì 09 Ottobre 2018 08:40)

 

L'Area Marina Protetta

Isole di Ventotene e S.Stefano

sostiene il progetto Aliens in the sea

 

Il Progetto “Aliens in the sea” nasce nell’autunno del 2017 

nasce sulla scia del ProgettoCaulerpa cylindracea Isole Egadi,

finalizzato a segnalare la presenza nei fondali egadini di quest’alga

verde aliena, proveniente da Australia e Nuova Caledonia.

“Aliens in the sea”, invece, riguarda 19 specie aliene, animali e vegetali.

7dcc7816a968d6d4c189118f653c75b9.jpg

Link pagina FB:  Aliens-in-the-sea-

Il lavoro nasce insieme all’Università degli Studi di Palermo,

grazie alla Prof.ssa Anna Maria Mannino che ormai da anni si

occupa di specie alloctone. Aliens in the sea è un  “Citizen Science Project”

ovvero un Progetto di sensibilizzazione, divulgazione e raccolta dati

con il coinvolgimento attivo dei cittadini. I cittadini, attraverso incontri,

social media ed altri canali di informazione vengono informati sui vari

Progetti ed invitati a partecipare attivamente alla  raccolta dati. Tutti

possono richiedere il pdf illustrativo dove sono illustrate tutte le

informazioni sul progetto attraverso la pagina facebook di Aliens in the sea,

sito web dell’Università degli Studi di Palermo o la mail di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Relativamente ai vegetali di interesse si chiede di descriverne,

grazie all’ausilio di una cornice di 20x20, la copertura,cioè quanto substrato ricoprono.

Nel poster è indicato un range di copertura. Per gli animali si chiede di indicare il numero

di individui. E’ fondamentale che le informazioni sianom corredate da una documentazione

fotografica che serve ai fini della verifica delle informazioni.Le informazioni serviranno

a incrementare le conoscenze su queste “nuove”specie presenti nel Mediterraneo

e creare un database condivisibile con altri colleghi che si occupano di specie aliene

anche al fine di inviduare possibili strategie per mitigare gli eventuali impatti.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 27 Agosto 2018 08:24)

 
Sondaggi
La visita guidata che ti è piaciuta di più